lunedì 9 aprile 2018

Notizie

EBOOK

Libro che cerca di essere il più possibile esaustivo sui soldati che fecero parte dell’esercito del regno di Napoli e del regno delle due Sicilie, dal 1735 al 1860 con la fine del regno. Nel presente volume sono raccolti i nomi e le informazioni al momento raccolte di 20.000 soldati. Nel libro ci sono anche le immagini di una parte di essi. 




Appuntamenti 




FAI GIRARE LA TUA ECONOMIA



Appuntamenti 




Dal QUOTIDIANO LA SICILIA DEL 7 APRILE 2018.

I PRINCIPI DI BORBONE NELLA TERRA DEGLI AVI:

«LA POLITICA? PIÙ CORTEGGIATI CHE TENTATI»

PALERMO - «Oggi il Sud è molto cambiato, la situazione è confusa, noi Borbone siamo sempre stati più corteggiati che tentati dalla politica». Cosi il principe Carlo di Borbone delle Due Sicilie, dinastia che al Sud ha regnato dal 1734 al 1861, oggi in visita a Palermo per iniziative di solidarietà, ha risposto ai giornalisti che gli chiedevano di commentare il successo elettorale di Lega e Cinquestelle in Sicilia. «Oggi ci sono tanti problemi - ha aggiunto - e non sappiamo ancora cosa accadrà nei prossimi giorni; è una questione complessa».


«L'ultima volta che sono stato in Sicilia è stato un anno fa, ma vengo qui da quando sono bambino. Per me è sempre una grande emozione, trovo che il Meridione sia una bellissima realtà, anche se i problemi al Sud sono tanti, sono legati alla povertà, alla disoccupazione giovanile, i migranti. Abbiamo scelto di fare tappa alla missione di Biagio Conte perché riteniamo che qui fratel Biagio ha creato una realtà concreta di vero aiuto e integrazione». Accompagnato dalla sorella Beatrice, gran prefetto dell’ordine Costantiniano, il principe Carlo e la principessa Beatrice hanno donato due tonnellate di pasta alla missione di Biagio Conte che «ospita più di un migliaio di uomini, un centinaio di donne e 25 bambini», spiega don Pino.



Domani i reali faranno tappa alla missione femminile per donare alimenti per la prima infanzia, giochi e pannolini, in un week end costellato di iniziative a sostegno dei meno fortunati del Sud.


La principessa Beatrice e il principe Carlo hanno visitato poi i locali della missione ancora in costruzione e la chiesa realizzata dai volontari, «il portone di ingresso è stato realizzato da un fratello sordomuto - spiega don Pino - a terra sul pavimento, campeggiano tre simboli delle religioni cristiana, ebraica, e musulmana. Dentro, un grande fonte battesimale all’ingresso ricorda a chi entra i doveri di chi è battezzato». Nel corso della visita anche un incontro caloroso e una stretta di mano tra i principi e uno dei volontari storici della missione, «Jimmy, musulmano di Marrakech e tappezziere che ha lavorato agli arredi della chiesa». Il tour è poi proseguito a Monreale per altre attività di solidarietà con l’ordine costantiniano.


«Ieri siamo stati accolti dal presidente della regione Nello Musumeci che ci ha parlato dei problemi della Sicilia - ha aggiunto il principe -. È stato un incontro molto gradevole, speriamo di rivederci presto per trovare cambiamenti molto positivi». Al termine della giornata di ieri, la visita allo Steri, sede del rettorato universitario, dove sono stati ricevuti dal rettore Fabrizio Micari. «Per me è sempre una grande emozione tornare qui», ha detto Carlo di Borbone, prima di proseguire la visita a Monreale, da dove nel 2013 è partito il progetto di solidarietà «Briciole di salute» per altre iniziative a sostegno dei meno fortunati. Il principe e la sorella, hanno pranzato insieme alle 17 anziane ricoverate alla casa di riposo «Benedetto Balsamo» di Monreale. Con loro, monsignor Michele Pennisi, il sindaco di Monreale Piero Capizzi, e per un breve saluto, l’assessore regionale Lagalla. Il menù partiva dagli antipasti di panelle e caponata per finire con la cassata siciliana; in mezzo anelletti al forno e arista di maiale alla boscaiola. «Il progetto Briciole di salute ha permesso di aiutare a Monreale 40 famiglie e 17 anziani, i reali di Borbone da sempre hanno mostrato grande sensibilità verso questa iniziativa - ha detto l’arcivescovo Pennisi - Per le nostre anziane ospiti sarà un onore sentirsi coccolate dalla loro presenza». Dopo il pranzo, l’inaugurazione dello spazio antistante la chiesa di Maria SS degli Agonizzanti, affidato alla delegazione costantiniana in Sicilia. Al termine delle investitura, l'inaugurazione dello stemma borbonico del 1700 realizzato da Ignazio Marabitti, ora pulito e restaurato. Domani la tappa conclusiva all’orto botanico dove la duchessa di Castro ha donato un’opera d’arte, un cactus d’oro.


La Real Marina nel 1860


 "Real Marina delle due Sicilie"


Il conte d’Aquila Luigi di Borbone. Presidente del "Consiglio di Ammiragliato"



domenica 8 aprile 2018

La Real Marina delle due Sicilie

                                             

               Capitano di vascello in gran tenuta e Capitano in tenuta giornaliera





venerdì 11 novembre 2016

Foto Real famiglia Borbone di Napoli


ONORE AL SOLDATO NAPOLETANO nuova edizione 

Terza Edizione gennaio 2018

Descrizione:20.000 nomi di soldati dell'esercito delle due Sicilie che fino alla fine del Regno servirono la corona e l'indipendenza della Nazione Napoletana con un'incrollabile fedeltà. "Viva ò REE'

In ricordo dei nostri soldati

Nella versione a copertina rigida


Nella versione a copertina morbida












          




Medaglia 1792. Coniata a Napoli. Per la fondazione della Scuola di disegno in Palermo FERDINANDVS IV DEI GR VTRIVSQ SIC ET HIER REX Busto corazzato del Re a s.; nel taglio del braccio, N.MOR. e, in quello del busto, 1790. Rv. SEMPER HONOS NOMENQ.TVVM LAVDESQ.MANEBVNT La Pittura seduta a s., la Scultura al centro poggiata ad un cippo sul quale è il busto di Giove e, a d., l'Architettura in ginocchio che traccia un cerchio col compasso. 




Medaglia (1790).  Coniata a Napoli 
FERDINANDVS.IV.DEI GR.VTRIVSQ.SIC.ET HIER.REX Busto corazzato del Re a destra. Rv. IPSIS.PRÆCIPUE.DUCTORIBUS.ADDIT.HONORES Minerva galeata seduta a s. con la lancia e lo scudo ornato da una gorgone; per terra ed intorno, una civetta, la sfera armillare, una cornucopia, una roncola con fascio di spighe, un caduceo, un timone di nave, una bilancia, una spada ed un fascio littorio 




Medaglie e decorazioni del Regno delle Due Sicilie 
Carlo di Borbone, 1734-1759. Medaglia 1738

 Coniata a Napoli. 
Per le nozze di Carlo di Carlo con Maria Amalia di Sassonia figlia di Federico Augusto, re di Polonia 

Medaglia 1754. Coniata a Napoli. Per la scoperta delle miniere calabro-sicule . 
CAROLVS ET AMALIA – VTR SIC ET HIER REG Busti affrontatai dei sovrani. Rv. PRIMVM CALABRO SICVLOQV’E VISCERE FOENVS Mercurio, col caduceo nella d. ed una lampada nella s., è vicino ad un uomo sdraiato che, con il braccio s., sorregge una cornucopia dalla quale fuoriescono i simboli di diversi minerali; sul suolo, attrezzi da minatore e, all’esergo


Medaglia 1777. Coniata a Napoli. 
Per la nascita del Principe Francesco 
FERDINANDVS IV ET MAR.CAROLINA Busti affiancati dei sovrani a d.; sotto, BRANDT.F. Rv. PRIMVM IMPERII FVNDAMENTVM Figura muliebre (l'Abbondanza), stante di fronte, tiene per mano un bambino; a d., il Sebeto seduto a terra







Le province del Regno al di qua del faro































A TUA DIFESA

Non si arresero al l'aggressione dell'esercito sabaudo, in grandi ed in piccole bande si armarono e combatterono una guerra impari contro un nemico in forza superiore e ben armato. Ie loro gesta non andranno dimenticate







Villa reale a Napoli



HISTORY 









Appuntamenti










Per chi non l'avesse letto




ONORE AL SOLDATO NAPOLETANO


ONORE AL SOLDATO NAPOLETANO VOL .2




                                   Votate il sondaggio sul brigantaggio (a dx)

Francesco II durante l'esilio













W O'REE










8 luglio 1799 Ferdinando IV di Borbone dichiara decaduta la Repubblica Napoletana


7 luglio 1647 scoppia la rivolta di Masaniello





Ferdinando IV e la sua corte davanti la Reggia di Capodimonte

Francesco II ed i dignitari di corte all'interno di un padiglione al molo grande

















Ponte in ferro del Garigliano

Rivolta dei Reggimenti Svizzeri








DA NON PERDERE



SABATO 3 GIUGNO grande evento nella Reggia di Caserta (dalle ore 10,30) con 100 figuranti e le associazioni "Officina delle Idee" (con la solita abilissima regia di Rosa Praticò) di Napoli e "Borboni si nasce",  in collaborazione con la Reggia di Caserta, con il patrocinio della Real Casa di Borbone Due Sicilie,della Regione Campania, del Comune di Caserta; l’evento si intitola "Merienda Real" e si tratta di un vero e proprio pic-nic borbonico in costume per rievoca le tradizioni borboniche, i colori, i sapori e i profumi di un grande passato.  I figuranti si esibiranno in alcune danze tipiche dell’epoca per poi recarsi nei giardini reali dove verrà rappresentato un aneddoto che risale ai tempi di Lady Miller, che consumava a corte uno spuntino servita dagli uomini del Re. Il percorso continuerà negli appartamenti reali, per poi riproporre un momento danzante pomeridiano ed una passeggiata nel parco, durante la quale i figuranti potranno prestarsi alle foto dei turisti. I figuranti sono appartenenti a note associazioni: tra esse "Maria Antonietta di Bologna", "8cento di Alessia Branchi di Bologna",  "Dame e Cavalieri" di Venezia. Prevista anche una tappa al Belvedere di San Leucio per venerdì 2 giugno. L’evento è stato organizzato grazie alla fattiva collaborazione e sostegno di Confesercenti Campania, Seterie Leuciane, Consorzio di Mozzarella di Bufala Campana, pasticceria Pieretti, Ferrarelle, Agricola Antropoli, Goccia d’Oro. Per informazioni e per le prenotazioni degli abiti: borbonisinasce@gmail.com; biglietti di ingresso con i consueti prezzi della struttura.

Deviazione del fiume Sarno a Scafati nei pressi del polverificio alla presenza di S. M. Ferdinando II nel 1851


Foto d'epoca



Francesco II 




Regina di Napoli Maria Sofia a Parigi nel 1870





Il conte di Trani

Il principe Gaetano di Borbone conte di Girgenti 1865


Alfonso Borbone conte di caserta 1890

Principe leopoldo di borbone conte di SiRACUSA 1860

Principe leopoldo di borbone conte di SiRACUSA 1860


Borbone principe di Capua





Napoli 24 febbraio 1848 giuramento della costituzione Ferdinando II







Napoli Panorama dal molo 1820


Attentato a Ferdinando II






Castel nuovo a Napoli 1857


Arrivo del Re Portogallo a Napoli 1855

Villa Reale a Napoli 1856




Buona Lettura

Lettura dell'11 novembre 2016





FOTO DEL GIORNO


Soldati delle due Sicilie fatti in porcellana










Dipinti di Alessandro Fergola

22


Reggia di Caserta (posa prima pietra edificio adiacente)


Il torneo dato da Ferdinando II dinanzi la reggia


Tornei dinanzi la reggia


Posa della prima pietra a campo di Marte 


Ponte di S. Erasmo in Palermo


La Real tenuta di S. Leucio


Antico sepolcro della Conocchia 


Inaugurazione della ferrovia Napoli-Portici


Ritorno in Napoli di Ferdinando I da via Foria


Il laghetto di Mascabrun




Notizie

EBOOK Libro che cerca di essere il più possibile esaustivo sui soldati che fecero parte dell’esercito del regno di Napoli e del regno delle ...